Armenia






Video

Video: WE ARE THE ENEMIES - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00

Posted: April 22nd, 2018
Author: Armenia

Video live

Video: ESTRATTO - Live @ Museo di Sant'Agostino, 17 Marzo 2018

Posted: March 26th, 2018
Author: Armenia

Foto live e video cattura

Armenia Live @ Museo di Sant'Agostino - Deposito Lapideo, 17 Marzo 2018. Foto di Lucia Luce, Eliana Maffei e video cattura

Armenia foto live e video cattura

Posted: March 21st, 2018
Author: Armenia

Electronic Live Set e Visual

17 Marzo 2018 - Museo di Sant'Agostino - Genova

Echoes

Eventbrite - ARMENIA - Electronic Live Set e Visual - ECHOES

Posted: February 23rd, 2018
Author: Armenia

Video

Video: ENGAGE ME - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00

Posted: February 10th, 2018
Author: Armenia

Video

Video: IMPRESSIONS (FUTURE IS NOW) - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00. Bonus track nascosta inclusa nel download: "Impressions (Future Is Now)"

Posted: January 30th, 2018
Author: Armenia

Video

Video: HERE I AM (FEAT. LISFRANK) - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00

Posted: January 24th, 2018
Author: Armenia

Video

Video: BALANCE - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00

Posted: December 25th, 2017
Author: Armenia

Video

Video: 3 9 4 3 6 7 2 - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00

Posted: December 25th, 2017
Author: Armenia

Video live

Video: HELLO, MY NAME IS SOPHIA - Live @ Loggia degli Abati - Palazzo Ducale, 25 Novembre 2017

Posted: December 3rd, 2017
Author: Armenia

Foto live

Armenia Live @ Loggia degli Abati - Palazzo Ducale, 25 Novembre 2017. Foto di Mihail Ivanov e Lucia Luce

Armenia foto live

Posted: November 27th, 2017
Author: Armenia

Electronic Live Set e Visual

25 Novembre 2017 - Loggia degli Abati - Palazzo Ducale - Genova

Etherea

Posted: November 7th, 2017
Author: Armenia

Una bellissima collaborazione con LISFRANK!

HERE I AM (FEAT. LISFRANK) - BONUS TRACK

Armenia e Lisfrank

La bonus track di chiusura di "We Are Still Machines" è "Here I Am", risultato di una bellissima collaborazione con LISFRANK (https://www.facebook.com/lisfrank.official)!
Fulvio Guidarelli è in arte Lisfrank, un nome storico, un pioniere della synth wave italiana, attivo dal 1980 all'interno del nascente fermento underground electrodark italiano. In "Here I Am" (un mio brano del 2011 qui ricreato appositamente) ha apportato la sua voce, il suo stile determinante, l'invenzione del testo, il suo synth, fondendosi con il brano in un modo unico e portandolo a un nuovo eccitante livello. Lo ringrazio infinitamente del dono!

Posted: October 22nd, 2017
Author: Armenia

Stampa

<KN> (kainobuko) - Yeah I Know It Sucks (Sep 15, 2017)

We Are Still Machines

Armenia - We Are Still Machines

Artista: Armenia
Titolo: We Are Still Machines
Parole chiave: alternative amir mofrat electronic iran dance electronic music electronica kamancheh Genoa

L'hit di Armenia "Like A Dervish" potrebbe essere ancora nella vostra testa, per sempre fresco come un pesce appena pescato di speciale electro pop psichedelico che semplicemente sembra non muovere mai la sua coda felice e riconoscibile. Ma hey! Il produttore ha appena rilasciato un intero album di studio e, credetemi, questa piacevole melodia è inclusa (due volte!), quindi questo potrebbe essere una ragione sufficiente per prenderlo & goderselo. Permettetemi di accompagnarvi al suo interno perché questo è quello che normalmente facciamo qui...
All'inizio mi è sembrato di essere tornato al tempo in cui i ragazzi dei Kraftwerk erano stati re del mondo, un periodo in cui i robot e i loro suoni ancora parlavano all'immaginazione e la musica moderna era più vecchia scuola rispetto a oggi. Questa "we are the enemies" è come "we are the robots" del futuro, prese le parti migliori delle prospettive retrò, ripulito il tutto e portato a nuova vita!
Riguardo la traccia progressiva chiamata "Like a dervish" avevo già scritto un intero saggio, compilate il form di ricerca e lo troverete. Lasciate che vi dica quale versione molto breve di una recensione: questa roba è buona! Ma dopo questa è il momento di "impressions", un tipo completamente diverso di traccia, meno concreta e dritta al punto, più luccicante, come una specie di dinosauro robotico che aveva bisogno di una colonna sonora per allungare giù piatte le zampe. Passo dopo passo questa traccia elettrica cammina e quando si conclude è il momento di un gruppo di numeri. Questi numeri vengono ripetuti cosicché possiamo provare a contare all'unisono e goderceli con alcuni laser fangosi, lavori di costruzione sullo sfondo e un basso. Non è "accattivante" come la canzone della calcolatrice tascabile dei Kraftwerk, è più un conto alla rovescia minimo, più un riempitivo che un killer. Nonostante ciò l'ho trovato abbastanza piacevole.
Come previsto dopo un conto alla rovescia arriva la vera e propria merda con questa traccia chiamata "Balance", questo hit piuttosto bello che evidenzia un'intensa eccitazione nel suo procedere. Arriva con una sorta di tema melodico, accompagnato dal suono del vento e da un ritmo industriale da fantascienza e da una voce robotica femminile che mantiene il clima in atmosfere superiori. È assolutamente misterioso, come una serie di startrek in cui i Borg abbiano rilevato i ruoli principali dell'enterprise e i suoi membri dell'equipaggio e ogni cosa diventa un po’ più oscura e robotica. Tutto viene assemblato nuovamente, l'intero spettacolo arriva a una trasformazione completa e trasmette una sensazione molto più di raccapriccio che di divertimento.
Un momento maggiormente in levare dell'album arriva con l'ingresso di "3days", dove un ritmo elettrico fornisce una ragione a lucidi stivali per saltare su e giù sul pavimento e dove imitatori di robot potrebbero eseguire i loro rigidi passi di danza. Più speciale e magicamente interessante è tutto ciò che accade nella traccia "engage me (ballet)". Questa mette insieme lo slancio robotico di un suono basso che vibra lentamente e riferimenti culturali classici. Qualcosa che non sembra provenire dallo spazio o da un mondo robotico ma qualcosa di più armeno, con un vecchio violino scolastico e persino un uomo che canta gemendo e che sembra essere completamente in una specie di trance... beh, molto dannatamente interessante!
Diventa una vera delizia quando la canzone con la sua melodia di un'altra cultura aggancia un pieno ritorno dell'elettronica, con linee di base bubbling e un bel groove elettropop che è così cool che anche il cantante che geme sembra essere a casa propria!
L'album si chiude con il riconoscibile hit (come promesso!), amato dal sottoscritto e probabilmente da altri tra di voi. Naturalmente è "Like a dervish" che conduce per l'ultima volta l'ascoltatore a uno strano spazio esterno attraverso un pop psichedelico sperimentale... è una benedizione terminare su queste alte note melodiche, non c'è dubbio, nonostante l'equo ammontare delle altre tracce di questo album; è ancora il miglior pezzo di Armenia!
https://armeniamusic.bandcamp.com/album/we-are-still-machines
<KN>”

We Are Still Machines

Yeah I Know It Sucks

Posted: October 11th, 2017
Author: Armenia

Video live

Video: ESTRATTO - Live @ Museoteatro della Commenda di Prè, 23 Settembre 2017

Posted: October 6th, 2017
Author: Armenia

Foto live e video cattura

Armenia Live @ Museoteatro della Commenda di Prè, 23 Settembre 2017. Foto di Marco Cacciamani, Anna Ducci, Angela Mambelli e video cattura

Armenia foto live e video cattura

Posted: September 25th, 2017
Author: Armenia

Video

Video: 3DAYS (TECH-GLEBA) - We Are Still Machines

Su Bandcamp €. 7,00

Posted: September 24th, 2017
Author: Armenia

2017 - Album WE ARE STILL MACHINES

Il mio nuovo album di studio, il secondo del mio nuovo ciclo artistico, approda finalmente su Bandcamp, scomodo, inquieto e sfaccettato!

Album WE ARE STILL MACHINES

Posted: September 12th, 2017
Author: Armenia


Privacy Policy (English version)